Il sito italiano di fotografia ferroviaria----

 

di Stefano Paolini-----

Questo mese ...
   Online GIUGNO
Archivio immagini
   40.000 foto, divise per tema
OLDIES: foto d'epoca
   Indice per autore e mezzo
Wallpapers
   Per il tuo desktop!
Forum On Rail!
   Topics e oltre 50.000 foto
Photorail su Facebook
   Immagini e discussioni su FB
Photorail su Flickr
   Una selezione di fotografie
Agenda Treni Storici
   Date e orari dei treni speciali!
Rotabili parco storico
   La situazione aggiornata
Rotabili ferrovie private
   IF, private e tranvie
Photorail GEO
   Guida ai punti fotografici
Articoli mensili
   2001-2008: storia e foto
Motore di Ricerca
   Cerca le tue loco preferite!
Links
   Siti di foto da tutto il mondo

A Dicembre 1985 a Milano era ancora possibile assistere alla gloria dei servizi TEE, con rotabili testimoni di un epoca di pretigio e allora vanto tecnologico e di stile dei paesi che li avevano progettati. Mentre il famoso RAe svizzero è oggi un mezzo storico utilizzato, il TEE Breda giace dimenticato e derelitto nel piazzale della ex Magliola di Santhià. Il binato Breda composto da ALn.448 e 460 (prima 448 e 442) numero 2008 è l'ultimo del gruppo ancora esistente. Costruiti a Sesto S. Giovanni fra il 1957 e 1958, sono stati protagonisti di servizi interni e internazionali nel pool TEE, raggiungendo ogni giorno Francia e Germania. Dismessi i servizi di lusso nel 1972, sono rimasti in uso come materiale di rango fino al 1979. Riciclati come automotrici ordinarie dal passato un po' anomalo, hanno visto gli ultimi servizi in Veneto nel 1982/83. Solo il treno in foto fu mantenuto per treni a noleggio. Gli interni lussuosi, la duttilità nei servizi, ne fecero un treno molto richiesto, con noleggi che lo portarono dalla Val d'Aosta alla Sicilia. Questo fino al 1995, anno in cui fu accantonato nel suo ultimo deposito, Pavia. In attesa di rinascita, venne ricoverato a Voghera, fino ad un danneggiamento per urto occorso nel 2002. Fu allora sigillato per amianto e nel Giugno 2004 trasferito a Santhià, dove giace danneggiato e corroso da ormai 13 anni. Fondazione FS non sembra avere piani per lui, nonostante sia un vero gioiello, carico di storia più di una ridicola E.491 o di una E.454. Eppure, con tutte le linee diesel gestite da Fondazione, il parco di automotrici figura come il più bistrattato del nostro patrimonio storico. Foto di Donato Rossi.

Pubblicità-------------Collaborazioni------------Contatti----------