Il sito italiano di fotografia ferroviaria----

 

di Stefano Paolini-----

Questo mese ...
   Online LUGLIO/AGOSTO
Archivio immagini
   40.000 foto, divise per tema
OLDIES: foto d'epoca
   Indice per autore e mezzo
Wallpapers
   Per il tuo desktop!
Forum On Rail!
   Topics e oltre 50.000 foto
Photorail su Facebook
   Immagini e discussioni su FB
Photorail su Flickr
   Una selezione di fotografie
Agenda Treni Storici
   Date e orari dei treni speciali!
Rotabili parco storico
   La situazione aggiornata
Rotabili ferrovie private
   IF, private e tranvie
Photorail GEO
   Guida ai punti fotografici
Articoli mensili
   2001-2008: storia e foto
Motore di Ricerca
   Cerca le tue loco preferite!
Links
   Siti di foto da tutto il mondo

Sobria, veloce e pulita, innovativa, rivoluzionaria. Quando negli anni '30 la tedesca MAN inizi˛ a costruire il suo modello di automotrice diesel a carrelli, gli aggettivi che si leggevano nelle cronache dell'epoca erano questi. In Italia ne arrivarono 22 unitÓ per 4 societÓ: 9 per la SocietÓ Veneta (nella foto di Alessandro Muratori), 3 per il CCFR di Reggio Emilia, 6 per le Sud Est e 4 per la Benevento-Cancello, poi vendute anch'esse alle FSE. Fecero il loro duro e umile lavoro attraversando la Guerra e modernizzando un mondo ferroviario ad allora caratterizzato solo dalla trazione a vapore. Le ultime - quelle di FSE - arrivarono in servizio fino al 1997. Cosa resta ora di queste 22 automotrici? La risposta Ŕ degna della peggiore tradizione museale italiana: 1. E nemmeno funzionante. Eppure i tentativi di salvarne una per ogni tipo in passato ci sono stati! Le prime ad essere accantonate furono le reggiane di CCFR poi ACT. La ALn.9002 fu fermata giÓ nel 1980 e per 31 (!) anni Ŕ rimasta in attesa di restauro fino al delinquenziale intervento di un funzionario FER che ne ordin˛ la demolizione. La ADn.501 della Veneta fu fermata nel 1981 e rest˛ a marcire per 15 anni, fino al suo recupero da parte di un'associazione di appassionati. Durante il suo restauro, per cause mai chiarite, and˛ a fuoco e finý demolita a metÓ anni 2000. Non resta quindi che l'ultimo esemplare, la Ad.06 delle Sud Est, conservata al riparo nel museo AISAF di Lecce. E' per˛ mancante di parti del motore e quindi non funzionante. Che gran riconoscenza ha riservato il tempo a rotabili non blasonati ma sicuramente degni di miglior rispetto..... 

PubblicitÓ-------------Collaborazioni------------Contatti----------